Perché la sposa con le dita incrociate è stata mangiata dall'avvoltoio?

Tempo di lettura: 4 minuti

“Salve buongiorno, fino a che ora siete aperti?”.

“Fino alle 19 signora”.

“Ottimo, dieci minuti e arrivo. Però sarà una cosa lunga. Sa, devo operarmi al menisco”.

“Ma guardi che ha sbagliato numero. Questa è un’officina. Io sono un meccanico”.

“Ehhh, quante storie! Le pinze le avete, no?”.

“Ma signò, me stai a pijà pe’ i fondelli?”.

“Ma quali fondelli e fondelli. Vabbè che ho fatto un numero a caso, ma che ci vorrà mai? Una pinza, un trapano, due viti e il gioco è fatto! Ortopedico, fabbro, meccanico. Gli attrezzi sono gli stessi. Non stiamo qui a sottilizzare. Su, dai dai che mi sto piegando in due dal dolore. Arrivooooo”.

Click.

“Aspe’, signo’...Pronto?...PRONTOOO??!?”


- Certa ggènte è popo matta! -

Questa conversazione ti sembra surreale, vero? 

Eppure in realtà avviene centinaia di volte

Sì, hai capito bene. 

Una conversazione del genere avviene ogni volta che una futura sposa decide di scegliere una location per il suo matrimonio pescando a casaccio su quei portali di massa che pubblicano migliaia di strutture per eventi senza fare alcuna selezione. 

Una vera e propria giungla, dove è praticamente impossibile barcamenarsi con l’ovvio risultato che la sventurata sposa in questione si ritroverà proprio nel giorno più bello della sua vita a dover tenere le dita incrociate sperando che tutto vada bene. 

Della serie "o la va o la spacca"! 

Come quando devi tagliare a metà il pan di Spagna per farcirlo di crema e non hai il coltello giusto. 

O rinunci a fare la torta, impossibile perché tra un’ora arrivano i tuoi ospiti a cena e non puoi fare la figuraccia di non presentare un dessert. 

O ti affidi alla sorte… e all’unico coltello a lama liscia che hai. 

Peccato che una torta non riuscita e un ricevimento di nozze non riuscito non siano esattamente la stessa cosa. 

E anche se in quel matrimonio filasse tutto liscio senza intoppi, la sposa avrebbe vissuto una giornata infernale a causa dell’ansia appollaiata sulla sua spalla come un avvoltoio in paziente attesa.

Per fortuna tu sei diversa. E non avrai di certo bisogno di farti, come forse è accaduto a quella poveretta, un’endovena di valeriana per restare tranquilla nel giorno del tuo matrimonio!

Tu non ti accontenteresti mai di una cornice anonima e banale per il tuo ricevimento di nozze. 

Non faresti mai come una sposa media, che sceglie una location media e aspira ad un matrimonio medio.

Tu non faresti mai come quelle spose che lanciano in aria la monetina per scegliere tra una delle 57 location diverse scovate su quei portali per matrimoni “tutto per tutti” che pubblicano chiunque, dai ristoranti tre stelle agli agriturismi tre stalle, passando per villette moderne anni '90. 


- "So' tre etti de lochéscion. Che faccio, lascio?" - 

Non saresti mai disposta ad accettare di affidarti alla fortuna per quello che deve essere il tuo matrimonio da sogno. 

Non correresti mai il rischio di leggere negli occhi dei tuoi invitati la delusione per un ricevimento che non è risultato essere all’altezza del tuo gusto, della tua raffinatezza e della tua sensibilità. 

Tu hai bisogno di certezze, non di speranze. E non meriti di tenere le dita incrociate nel giorno del tuo matrimonio!

Proprio perché sappiamo che il tuo sogno è quello di vivere un matrimonio memorabile, esclusivo, da protagonista, in una location perfetta e senza il timore di inciampi, intoppi o brutte sorprese, abbiamo creato Residenze d’Epoca.

Da vent’anni tutte le nostre location di pregio sono selezionate attraverso un rigoroso protocollo di certificazione che include oltre 100 Controlli di Qualità. 


- Questo è il Marchio di Eccellenza che identifica le migliori dimore storiche d'Italia -

Per questo accogliamo solo le più belle ed esclusive dimore storiche di pregio e scartiamo ogni anno più dell’80% delle strutture che si candidano per entrare nel nostro circuito. 

La nostra è una collezione di dimore storiche per intenditori, all’interno della quale ci auguriamo che tu possa trovare la cornice perfetta per il tuo matrimonio da sogno.

Se vuoi varcare la soglia delle nostre residenze d’epoca da protagonista, ricordati di pronunciare le 6 Parole Magiche: "Vi ho visto su Residenze d'Epoca". E' un semplice gesto che ti qualificherà subito agli occhi dei proprietari e dei gestori e ti permetterà di essere accolta come un Sposa VIP, godendo dello stesso trattamento di riguardo riservato solo ai nostri migliori clienti.

Mauro Tonnini Cardinali

Fondatore di Residenze d'Epoca
Condividi subito questo articolo

Articoli correlati