Villa Porro Pirelli: una sontuosa dimora nobiliare per intenditori di alto livello

Tempo di lettura: 6 minuti

Un’antica dimora nobiliare dall’anima esotica, incastonata nel cuore della provincia dei sette laghi. Nove, se contiamo il Lago Maggiore e quello di Lugano.

Ci troviamo alle porte di Varese, e più precisamente a Induno Olona. Un vero e proprio crocevia d’impronta europea, a pochi chilometri da Milano e dal confine svizzero e vicinissimo al Sacro Monte, che dal 2003 è Patrimonio Mondiale dell’Unesco. 

Qui, tra i fluenti boschi che poderosamente ammantano le pendici del Monte Monarco, si staglia maestosa Villa Porro Pirelli, che lentamente si rivela agli occhi nel chiaroscuro di un languido viale ombreggiato grazie alle morbide chiome di rigogliosi e profumatissimi pini.  


Villa Porro Pirelli è un luogo antico e fiero, che custodisce tra le sue secolari mura tutto il fascino del suo tempo 

Un tempo che rintocca all’alba del Cinquecento, allorquando Tommaso Porro, amministratore della corte di Giulio Sforza, vi trasferì la sua residenza privata. 

Da allora la Villa divenne dimora ufficiale dell’aristocratica famiglia lombarda, che vi abitò per ben 400 anni finché divenne di proprietà dell’imprenditore Giovanni Battista Pirelli, che dopo averla trasformata in casa di riposo destinata ai suoi dipendenti la donò al Comune di Induno.

Per quattro lunghi secoli, dunque, i nobili Porro continuarono con passione ad arricchire e ampliare la struttura sino a conferirle le sembianze attuali. 

Decisivo fu, in questo senso, il contributo di uno dei più illustri discendenti della dinastia dei Conti Porro: Gian Pietro, famoso esploratore che sul finir dell’Ottocento viaggiò in lungo e in largo per il mondo, dall’estremo Oriente all’Isola di Giava, dal Nord dell’Argentina alle Ande Boliviane. 

Col risultato che al ritorno da ogni sua avventura la dimora di famiglia veniva impreziosita di mobili, tappeti e suppellettili etnici di inestimabile valore. 

Oggi quelle preziose memorie di viaggio troneggiano negli arredi delle sale e delle camere di questa meravigliosa e affascinante dimora storica, che grazie alle sue straordinarie peculiarità ha ottenuto il rilascio del prestigioso Marchio di Eccellenza rilasciato dal Registro italiano delle dimore storiche di eccellenza. 


Villa Porro Pirelli: una scenografia elegante e raffinata per eventi esclusivi e soggiorni memorabili

Una location unica, cornice ideale per eventi di alto livello o per soggiorni esclusivi e memorabili.

A dare il benvenuto in Villa è l’immenso parco chiamato il “Giardino delle sorprese”, dove l’armonica sinfonia di colori e profumi dà vita ad una abbacinante scenografia pregna di romantiche e vivide suggestioni. 

Passeggiando lungo il sentiero che attraversa il grande parco, si viene immediatamente catapultati in una dimensione da sogno sospesa nel tempo e nello spazio, complice il nerboruto abbraccio dei sontuosi alberi secolari che circondano l’intera Villa e del suadente odor di camelie e azalee che dolcemente inebria tutti i sensi. 

Sul cornicione della terrazza frontale fanno capolino quattro bellissime e imponenti statue, che raffigurano le quattro stagioni e danno il la allo stile curatissimo di giardino all’italiana che si estende tutt’attorno alla Villa. 

E’ un trionfo di alberi secolari, aiuole di camelie, azalee, rose e ortensie, gazebi e tante aree relax con vialetti e panchine, intervallate da cespugli multicolori o creazioni di arte topiaria. 

La grande fontana in pietra che troneggia nel parterre d’entrata e la spettacolare piscina circondata da una balaustra a colonnine classiche completano l’immagine di una location i cui spazi, interni ed esterni, offrono una pluralità di ambientazioni e scenografie ideali per immortalare eventi, ricordi, ed emozioni che resteranno per sempre scolpite nella memoria del cuore.

L’edificio si presenta con una struttura a ferro di cavallo. 

Al suo interno si trovano le magnifiche sale della Villa che il restauro ha riportato agli antichi splendori. 

Dall’elegante e raffinata Sala Lettura, caratterizzata da uno splendido soffitto a cassettoni e dalla romantica vista sulla terrazza panoramica, alla spettacolare Sala Musica, impreziosita da un grande camino e da lampadari di Murano che illuminano gli antichi specchi abbarbicati alle pareti e l’alto soffitto affrescato sotto il quale si affacciano sei balconcini classici.

Ma la vera e propria chicca di quest’esclusiva dimora di charme, che ha fortemente colpito la Commissione Tecnica di Certificazione durante il rilascio dell’ambito Marchio di Eccellenza, sono sicuramente gli arredi d’antiquariato provenienti dalle fascinose terre di Levante: statue lignee thailandesi, mobili cinesi, intarsi balinesi… 


Una comunione perfetta tra i ricercati elementi d’antiquariato e le eleganti atmosfere barocche di inizio Settecento

Rarità figlie di un esotismo purissimo, che si intersecano coi dettagli d’irripetibile sfarzo settecentesco e che rappresentano il riverbero del misterioso Oriente che riecheggia solenne nei ricchi e pomposi circoli barocchi. 

Anche gli elementi d’antiquariato presenti nelle varie camere dell’hotel sono assolutamente unici: armadi, scrittoi e testiere del letto sono opere lignee provenienti da Sumatra, mentre le tende sono tessute con telai in legno. 

Altra particolarità: ogni stanza è contraddistinta da un nome riferito ad una località o luogo d’interesse della provincia di Varese, e all’interno della camera tale luogo viene descritto all’ospite tramite stampe e fotografie. 


Le Suite Presidenziali spiccano per lo stile esclusivo. 

La Suite cinese è impreziosita da mobili antichi provenienti dalla Cina, veri e propri capolavori da esposizione di raffinatezza estrema. 

La seconda Suite Presidenziale è invece caratterizzata da arredi in stile barocco e da una terrazza panoramica che si affaccia sul meraviglioso giardino. 

Entrambe le Suite possono essere utilizzate in collegamento con la Sala Carlo Dossi, che col suo pregiatissimo tavolo in cristallo da 20 posti è l’ideale per meeting riservati.

Un altro fiore all’occhiello di Villa Porro Pirelli è rappresentato dalla sua offerta gastronomica. 


Un viaggio tra i sapori d’eccellenza di tradizione mediterranea e lombarda, elaborati con maestria e passione in chiave creativa e moderna 

Nell’elegante Ristorante Bistrò, ricavato nell’antica serra posta al centro del meraviglioso giardino, si intraprende un vero e proprio viaggio tra i sapori d’eccellenza di tradizione mediterranea e lombarda, elaborati però in chiave creativa e moderna. 

Come secoli addietro il Conte Porro esplorò nuove terre sconosciute, così i due eclettici e talentuosi chef della Villa percorrono con maestria e passione spazi inediti del gusto, proponendo agli ospiti un ampio ventaglio di piatti raffinati e contemporanei al tempo stesso, frutto di abbinamenti sorprendenti e sublimi che colgono perfettamente nel segno. 

Anche l’aperitivo a Villa Porro Pirelli si trasforma in un’esperienza gourmet, così come la colazione e il brunch domenicale, nato espressamente per recuperare i sapori perduti che affondano le radici nel nostro passato.

Un passato che Villa Porro Pirelli onora sotto ogni forma, e che costituisce la forza motrice di questa dimora di pregio capace di far vibrare le corde dell’anima di chi ha occhi, cuore e testa per apprezzarla in tutta la sua fiera e maestosa bellezza.

Visita la scheda completa della dimora storica


Condividi subito questo articolo
×
Sogni un matrimonio perfetto in grado di accendere stupore e meraviglia negli occhi dei tuoi invitati?
9.402 COPPIE DI SPOSI RIVELANO IL SEGRETO PER RENDERE MEMORABILE IL TUO RICEVIMENTO DI NOZZE
Inserisci qui sotto la tua migliore email e scarica subito GRATIS il report WEDDING WOW!
SI, fornisco il consenso al trattamento dei dati personali (Privacy Policy)

Articoli correlati


 

Solo 1 su 100 ottiene questo Marchio


Una certificazione di livello superiore per dimore storiche di livello superiore: 100 Controlli di Qualità, 10 fasi di verifica, 3 mesi di valutazione. Solo 116 dimore storiche candidate su 7803 hanno finora ottenuto il titolo di "Dimora Storica di Eccellenza" e sono entrate di diritto nella collezione delle migliori dimore storiche d'Italia.

Scopri perché