Einstein, il segreto della vita e il weekend romantico perfetto (quello che fa davvero battere il cuore)

Tempo di lettura: 5 minuti
“La più bella e profonda emozione che possiamo provare è il senso del mistero; sta qui il seme di ogni arte, di ogni vera scienza”.

Queste parole di Albert Einstein mi hanno sempre incuriosito, perché “emozione” e “mistero” sono due parole che difficilmente ti aspetteresti di sentire da uno scienziato.

Tantomeno se quello scienziato si chiama Einstein, che è stato probabilmente è il più grande luminare del XX secolo: colui che ha sconvolto la fisica classica rivelando l’ignoto, il padre della relatività, della meccanica quantistica, l’icona dell’intelligenza e della creatività. In una parola sola, un genio.

Un genio che però non è mai rimasto imbrigliato nelle trame dei suoi razionalissimi diagrammi, calcoli ed equazioni.

Tutt’altro! Einstein è sempre stato affascinato dal mistero, dai segreti della vita e, nonostante il suo ingegno straordinario, non perse mai la curiosità e la capacità di meravigliarsi, di stupirsi, di contemplare i misteri dell’eterno e della realtà.

Perché, diceva “gli occhi di un uomo devono vedere come quelli di un bambino, collegati al cuore, un cuore capace di sorprendersi, un cuore sempre limpido ma allo stesso tempo aperto a tutto e a tutti”.

E aveva capito benissimo che il sapere non supera il mistero ma semplicemente lo approfondisce.

Cosa sarebbe, dunque, la nostra vita senza segreti e senza mistero?

Probabilmente solo un cielo grigio e opaco.

Una monotona sequenza di giorni tutti uguali, scanditi dalla reiterazione meccanica di una serie di azioni che non cambiano mai e che alla fine eseguiamo quasi in trance.

Perché tutto rischierebbe di essere sempre uguale, banale, scontato, prevedibile e omologato.

Una vita senza mistero è banale, scontata, prevedibile. Emozionante come osservare la vernice mentre si asciuga.


- Emozionante la vita senza mistero, eh? -

Un po’ come quando riceviamo un regalo.

Se già sappiamo cosa c’è dentro quel pacchetto, lo scartiamo mestamente, senza emozione e senza pathos.

Invece quando non ne conosciamo il contenuto siamo presi da una irrefrenabile frenesia di scoprire cosa c’è dentro.

E nel momento in cui prendiamo quel pacchetto tra le mani cominciamo a fantasticare. Partendo dalla sua forma, dalla sua grandezza, dalla consistenza… e già quello ci rende felici, perché ci regala proprio quell’emozione del 'senso del mistero' tanto cara ad Einstein!

Quando invece qualcosa è sotto gli occhi di tutti, non può esserci mistero.

Non può esserci stupore né meraviglia in qualcosa che è già stata tutta rivelata e che non conserva neanche il minimo fascino della scoperta.

Questo vale per ogni aspetto della vita, anche quando si tratta di scegliere la destinazione della nostra prossima fuga romantica.

Ecco perché abbiamo creato la collezione “Residenze d’Epoca” privilegiando i castelli e le dimore storiche più esclusivi, quelli più lontani dai riflettori e al di fuori dei circuiti turistici più inflazionati.

Luoghi capaci di emozionare con il loro esserci, con la loro storia e con le loro antiche leggende.

Luoghi davvero fuori dal mondo e dalla frenetica routine quotidiana, dove è possibile vivere un’esperienza unica e indimenticabile respirando d’un fiato il fascino della storia e della vera, autentica bellezza.

E riscoprire il mistero.

I gioielli che abbiamo selezionato sono dei veri e propri tesori nascosti, poco conosciuti dal turismo mainstream e che proprio per questo conservano intatto il loro incanto.

Posti da vivere prima che da vedere, come un arcobaleno che squarcia il velo di quel cielo grigio e opaco che, se non stiamo attenti, rischia di sovrastare la nostra vita.

Riappropriarsi del mistero significa riscoprire il fascino della rivelazione. Una rivelazione che può assumere le sembianze di una parentesi romantica in una dimora storica di pregio di cui la tua dolce metà non ha mai sentito parlare.

Leggere nei suoi occhi lo stupore e la meraviglia di chi non si aspettava un gesto così raffinato, e al tempo stesso così carico di fascino e di mistero.

E condividere con lei un’esperienza così straordinaria, sapendo che sei proprio tu l’artefice di tanta meraviglia.

La maggior parte delle persone oggi si limita a fare gesti scontati, ripetitivi e banali, come ad esempio prenotare su uno di quei portali di massa che pubblicano milioni di hotel, case vacanza e appartamenti rivolti ad una clientela che si accontenta di pacchetti preconfezionati, dove tutto è ordinario, scontato e quasi banale. 

La spa, la piscina, la tv al plasma in camera… Tanto gli basta, perché loro non sentono l’urgenza di uscire dal quel recinto fatto di abitudini, che semplicemente vengono messe in valigia e spostate da un posto ad un altro.

Solo chi è in grado davvero di apprezzare la profondità della vita in tutte le sue sfumature può comprendere quanto mantenere un pizzico di mistero sia importante per la nostra crescita personale, per far sentire speciale chi ci è accanto e per aprire la porta ad altre emozioni.

In quest’ottica la collezione “Residenze d’Epoca” è dedicata alle persone come te, attente, curiose, sensibili e che sono in grado di dipingere il proprio cielo con tutti i colori dell’arcobaleno.


- Una fuga romantica in una residenza d'epoca: mistero e magia -

Tra le nostre dimore di pregio, minuziosamente selezionate attraverso un rigido Protocollo che include oltre 100 Criteri di Qualità, di certo troverai la meta ideale per un week-end romantico ed esclusivo, capace di stupire e di regalare emozioni che si ritaglieranno un posto speciale nel tuo cuore.


- Questo è il Marchio di Eccellenza che identifica le migliori dimore storiche d'Italia - 

Se vuoi varcare la loro soglia da protagonista e viverne in prima persona il fascino e il mistero, ricordati di pronunciare le 6 Parole Magiche: "Vi ho visto su Residenze d'Epoca". E’ un semplice gesto ti qualificherà subito agli occhi dei proprietari delle dimore storiche e ti permetterà di essere accolto come un Cliente VIP, godendo dello stesso trattamento di riguardo riservato solo ai nostri migliori ospiti.

Mauro Tonnini Cardinali

Fondatore di Residenze d'Epoca
Condividi subito questo articolo

Articoli correlati