“Salerno, rima d’eterno”. Con questi versi il poeta Alfonso Gatto rese omaggio alla sua terra natia. Una “città che sorge dallo sguardo del mare”, diceva, e che nell’VIII secolo divenne fiorente culla del Mezzogiorno italiano grazie alla conquista dei Longobardi. Fu in particolar modo il duca longobardo Arechi II, uomo di grande cultura e diplomazia, a dar lustro e nuova linfa vitale all’antica Salernum. E lo fece trasferendo la capitale del suo ducato da Benevento a Salerno, e trasformando il maestoso maniero romano-bizantino, che solitario e fiero dominava dall’alto l’intera città, nel baluardo inespugnabile del suo nobile feudo. Successivamente il Castello fu più volte rimaneggiato dai Normanni, dagli Angioini e dagli Aragonesi. Ma il suo prestigio resterà sempre e indissolubilmente legato alla figura di Arechi, da cui ne ha mutuato il nome.
Il Castello, che rappresenta uno degli ultimi presidi longobardi rimasti al mondo, è abbarbicato sul colle Bonadies (che vuol dire “buongiorno”), così chiamato perché alle prime luci dell’alba il sole che sorgeva da est ne rischiarava per primo il vertice. Coi suoi 300 metri sul livello del mare, il Castello di Arechi sovrasta tutto il golfo di Salerno. La vista da qui è strabiliante: a sud la costa del Cilento, fino a Punta Licosa, a nord i primi paesi della Costiera Amalfitana. E ancora: le terrazze sospese sulle cupole e i tetti del bellissimo centro storico cittadino, passando per le luci, i colori e lo skyline del capoluogo campano. Una location spettacolare, cornice ideale per un matrimonio da fiaba, nel vero senso della parola.
Il ricevimento nuziale potrà essere organizzato in modo da poter fruire dei diversi ambienti del Castello, conferendo una piacevole dinamicità a tutto il banchetto. Gli invitati, tra un brindisi e un altro, potranno vivere pienamente il bene museale e calarsi nella magia che avvolge ogni angolo di questa magnifica struttura. Il Belvedere, con l’impareggiabile panorama che abbraccia l’intero Golfo di Salerno, è lo scenario perfetto per un aperitivo di benvenuto esclusivo e romantico, allorquando il sole tramonta lento nel cielo e tuffandosi nel mare tinge di rosa le alte torri merlate. Mentre la suggestiva atmosfera della stupenda Corte delle Armi e del sontuoso Salone dei Convivi regalerà al banchetto nuziale un fascino unico e irripetibile. E per un finale degno di una fiaba, il fatidico taglio della torta sullo spettacolare Terrazzo panoramico con vista mozzafiato. Qui, complice il fascino della notte, il Castello regalerà agli sposi ed ai loro invitati un vortice di emozioni e meraviglie, che resteranno per sempre incastonate nella memoria del cuore.
Nulla al Castello di Arechi verrà lasciato al caso nel giorno del sì. Curare ogni minimo particolare per rendere il matrimonio un momento davvero unico e speciale sarà possibile grazie ai numerosi servizi messi a disposizione dalla società di gestione del Castello di Arechi, che per consuetudine realizza un solo evento al giorno entro un massimo di 180 invitati. Il suo staff si prenderà cura con professionalità e rigore di ogni minuzioso dettaglio, personalizzando il ricevimento secondo i desideri degli sposi per conferirgli la caratteristica dell’unicità e dell’irripetibilità nel segno condiviso di un obbiettivo comune: il successo.