Dire che qui si riceve una sensazione spettacolare significa essere fedeli e coerenti con le proprie sensazioni.
Grandi macine che fanno bella mostra di sé. Un nobile portale d'ingresso.
La cura del giardino è esemplare, immenso il tappeto verde che farebbe venire voglia alla più lontana delle cenerentole di corrervi sopra. Inoltre, la frescura non è mai assente, sarà la vicinanza del mare che porta qui le brezze più fresche. I vasi, le giare dell'olio parlano della sua storia insieme alle antiche macine in pietra di Trani. L'agrumeto, che attualmente conserva l'impianto originario ma che è stato arricchito da un'ulteriore vegetazione tra cui troviamo ciclamini rampicanti, melograno, il frutto dell'amore e piante esotiche. C'è da dire che, anche durante il periodo invernale, avete la possibilità di godere delle frequentissime giornate soleggiate. Un antico frantoio La sala, utilizzata per la macina delle olive e anche per il ricovero degli animali, oggi si presenta come un elegantissimo luogo che preserva con fedeltà la sua origine ma a ciò affianca una rara eleganza. Infatti tovagliati e tendaggi di fini tessuti, con lavorazione a mano anch'essa fedele ai veri protagonisti del paesaggio pugliese, lasciano penetrare i tre elementi primari: sole, natura e aria. Adiacente, Lavinia Bianchi, Giardino di 6000mq con presenza di ulivi, piante ornamentali, cespugli con colorazioni degradè e di grande impatto visivo e dai profumi inebrianti delle piante aromatiche e dei fiori stagionali. La sala principale 550mq destinata ai ricevimenti e gran galà. La sala congressi dotata di reception per conferenze, mostre e spettacoli musicali. La sùite matrimoniale con terrazza panoramica e mini piscina esterna omaggiata agli sposi. L'area bimbi, la nursery, il percorso panoramico...