Costruito dalla famiglia Tornabene nel 1400, passato alla famiglia Sigona fu venduto nel 1505 a don Alvaro Paternò pretore e senatore di Catania, Ambasciatore alla Regina, al Viceré e ai Parlamenti Riuniti ecc. all’epoca il Palazzo aveva un solo piano e in stile catalano. Danneggiato pesantemente nel terremoto del 1693, fu da don Antonio Paternò VI Barone dei Manganelli ricostruito con gli architetti Alonzo Di Benedetto e Felice Palazzotto. I garibaldini nel 1860 saccheggiarono il Palazzo distruggendo il mobilio settecentesco. Il Palazzo fu restaurato e ampliato nella seconda metà del ottocento con l’aggiunta del secondo piano, gli interni furono riccamente ridecorati nello stile dell’epoca secondo nuove concezioni architettoniche, dove lavorò il noto pittore catanese Giuseppe Sciuti, il tutto su impulso della principessa Angela Paternò di Manganelli Torresi. [mostra tutto...]