Villa Peyron al Bosco di Fontelucente è forse la più bella villa monumentale di Fiesole ed è sicuramente la location perfetta per un matrimonio da favola che rimarrà per sempre scolpito nella memoria dei cuori.
Già la sua posizione è da sogno. Questa spettacolare residenza d’epoca, infatti, è abbarbicata sulle meravigliose colline che volgono lo sguardo a Firenze, circondata da una immensa tenuta che comprende il giardino terrazzato all’italiana ed un lussureggiante bosco in cui sgorga la fonte cinquecentesca che dà il nome alla località. La Villa venne presumibilmente costruita su rovine di epoca etrusca, visti i resti di mura ciclopiche che affiorano nel parco. L’aspetto della struttura risente di un forte eclettismo che si rifà ai modelli del romanico toscano, come si nota dal prospetto frontale dell’edificio, adorno di archetti sorretti da beccatelli che riprendono le soluzioni dell’architettura difensiva medievale.
Il Parco di Villa Peyron è unico nel panorama italiano e risente della passione del suo fondatore, Paolo Peyron, che senza l’ausilio di professionisti ha creato questo meraviglioso giardino nel tempo, arrivando così a realizzare una composizione di rara bellezza. La Villa deve il suo nome dalla presenza di un rigoglioso bosco che si mescola con i suoi giardini all’italiana, sviluppati su tre terrazzamenti degradanti verso Firenze, e con le tante fontane (da cui il nome Fontelucente) distribuite nella proprietà e alimentate da una sorgente quattrocentesca che dà vita ad un romantico laghetto immerso nella campagna a ulivi, tipica delle colline fiorentine.
Il giardino all’italiana, decorato da siepi di bosso, è impreziosito da statue ornamentali in stile palladiano provenienti dalle ville venete sul Brenta, che sostituiscono quella andate perdute nel corso della seconda guerra mondiale.
Per un ricevimento intimo, è possibile optare per la terrazza del piano terra con due sale collegate tra loro, che possono ospitare fino a 60 persone e sono anche l’ideale per concludere in danza il banchetto nuziale. Al primo piano, invece, si trova una raffinata ed ampia sala collegata alla Terrazza delle Rose.
Ovviamente a Villa Peyron la parte del leone la fa il giardino, pieno di scorci suggestivi e unici capaci di trasformare il giorno del matrimonio in un sogno ad occhi aperti.
Così alla Fontana del Forcone, nella parte più bassa del giardino, è possibile celebrare il rito simbolico. Mentre risalendo verso la Villa si nasconde un incantevole angolo con una terrazza che ha una splendida vista sul lago, scenografia ideale per un aperitivo di benvenuto romantico e di classe. Il lago si tramuta anche in specchio per spettacolari giochi pirotecnici e rappresenta la cornice perfetta per le fotografie di rito. Su richiesta, è possibile animare il ricevimento con attività teatrali in costumi rinascimentali e con i famosi sbandieratori fiorentini.