Il palazzo Marchi è, nella sua parte più antica, di origine cinquecentesca. La facciata presenta un inconsueto cornicione, retto da mensole a forma di teste di cavallo. Attraverso un importante androne con volta a tutto sesto si accede ad ampio porticato e, quindi, alla corte interna. Il palazzo, anche se ha subito numerose modificazioni a partire dal Settecento, si presenta come una costruzione d’impianto cinquecentesco, chiusa e monumentale.
Al piano terra, in due stanze simmetriche rispetto all’ingresso sono collocati due ampi camini arricchiti da pregevoli sculture risalenti al secolo XVI.
Al piano nobile, nel salone centrale, è posto un altro camino, di notevoli proporzioni, decorato dalla figura di Ercole inginocchiato; nel soffitto si trova un grande affresco, “L’apoteosi di Ercole”, di scuola Carraccesca. [mostra tutto...]