Il palazzo Marchi è, nella sua parte più antica, di origine cinquecentesca. La facciata presenta un inconsueto cornicione, retto da mensole a forma di teste di cavallo. Attraverso un importante androne con volta a tutto sesto si accede ad ampio porticato e, quindi, alla corte interna. Il palazzo, anche se ha subito numerose modificazioni a partire dal Settecento, si presenta come una costruzione d’impianto cinquecentesco, chiusa e monumentale.
Al piano terra, in due stanze simmetriche rispetto all’ingresso sono collocati due ampi camini arricchiti da pregevoli sculture risalenti al secolo XVI.
Al piano nobile, nel salone centrale, è posto un altro camino, di notevoli proporzioni, decorato dalla figura di Ercole inginocchiato; nel soffitto si trova un grande affresco, “L’apoteosi di Ercole”, di scuola Carraccesca.
Altri affreschi nelle numerose sale circostanti (saletta dell’Angelo, sala di Apollo, sala di Minerva, sala della Verità, sala di Marte) furono realizzati da Antonio Villa e Angelo Gottarelli, epigoni della pittura locale della fine del 1700.
Festeggiate i vostri eventi in un Palazzo Patrizio nel centro della città. Nei saloni, splendidamente affrescati, voi ed i vostri ospiti vivrete i vostri sogni in un'atmosfera indimenticabile.