L'edificio con la sua mole imponente e solenne, domina la pianura circostante dalla vetta di una collina all'imbocco del Vallo di Lauro. La villa fu fondata dall'aristocratica famiglia dei Mastrilli all'inizio del '600 e viene ricordata come luogo di delizie e vacanza per aristocratici e artisti della capitale partenopea, fra questi Domenico Cimarosa.