Un albergo che si srotola nel borgo, riempiendone la vita, in ventitre stanze a disposizione dei viaggiatori per un’esperienza completa, tutta da vivere, in un luogo meraviglioso di cui già scriveva Churchill nelle sue memorie: “Alexander ed io partimmo assieme verso le nove su per un’altura rocciosa, in vetta alla quale era appollaiato un villaggio con la sua chiesa. Gli abitanti, uomini e donne, uscirono per salutarci dalle cantine in cui si erano rifugiati: risultò subito evidente che la località era stata appena bombardata. L'unica strada era ingombra di macerie e rovine.
Dai parapetti secolari si godeva una vista davvero magnifica, pranzammo all'aria aperta sull'ampio declivio di una collina che offriva un panorama meraviglioso”. Scritti del 1944, ma ancora attuali per descrivere la bellezza del Borgo di Montemaggiore, cui si riferisce lo statista, mentre la ‘vista magnifica’ è proprio il "Balcone sulla storia del Metauro" e l’Albergo Diffuso Borgo Montemaggiore sorge proprio in cima a quella collina dell'entroterra marchigiano, nella provincia di Pesaro-Urbino.
Una parte del borgo è stata restaurata e trasformata in albergo diffuso mediante un accurato recupero architettonico in una zona di grande bellezza naturale tutta da scoprire, in auto, in bici, in moto oppure in cammino, godendo della meraviglia del paesaggio. A rendere spettacolare il soggiorno, un Borgo che diventa hotel prendendosi cura de suoi ospiti nelle strade e nelle piazze, accogliendoli fino a farli diventare parte di sé. L’Albergo Diffuso dispone di una struttura principale, dove sono situate la Reception, il Ristorante Da Matteo, il Buffet della Colazione e il negozio di prodotti tipici locali, mentre le camere e un appartamento sono sparsi nei vicoli all'interno di diverse casette ristrutturate per vivere l’autenticità del tempo trascorso nel Borgo.
Dalla splendida pineta che circonda Montemaggiore si dipana un percorso di grande fascino, avventurandosi alla scoperta di una natura rigogliosa e stupefacente, lungo il crinale appenninico che nasconde veri e propri tesori architettonici, con castelli e borghi da visitare e da vivere. Ricca di storia, archeologia e siti naturalistici, la Valle del Metauro è un susseguirsi di emozioni tra le bellezze dei monumenti dedicati alla romanità. Qui, dove lo scorrere del tempo è scandito dai ritmi e dalla meraviglia della natura, si vive lo stupore tra boschi incantati e antiche meraviglie: spiagge di sabbia o di ghiaia finissima, tranquille a levante, movimentate a ponente, a far da sfondo dolci colline, e il fiume Metauro che scorre intorno alla città: questa è Fano, una delle tante tappe da non perdere fra le tante escursioni possibili verso le principali attrattive turistiche, come il Museo del Bali, la Riserva Naturale Gola del Furlo, le Marmitte dei Giganti con percorsi in canoa, le Grotte di Frasassi nel Comune di Genga, fino a percorrere l'itinerario della bellezza delle Rocche: la Rocca di Mondavio, la Rocca di Cagli, Fossombrone antica città sulla consolare Flaminia, Sassocorvaro che sorge su un colle che domina la Valle del Fiume Foglia, il Castello di Gradara, la Rocca di San Leo, San Marino, il terzo Stato più piccolo d'Europa, mentre a soli trenta chilometri sorge la bellissima e storica Urbino, patrimonio dell'umanità. Da non perdere, infine, Cartoceto: piccolo borgo Città dell'Olio Dop per esplorazioni di gusto per poi tornare, la sera, in un Albergo dove soltanto il cielo è il limite.