“Un Castello oltre che nobile, anche inespugnabile”. Con queste parole Papa Pio II descriveva nei suoi Commentarii del 1463 il Castello di Proceno, uno dei più importanti monumenti medievali della Tuscia viterbese. Incastonato su di un erto sperone di roccia vulcanica, quest’imponente maniero venne fatto costruire nel 997 da Papa Gregorio V, a difesa di quell’ampio fazzoletto di terra al confine tra Lazio e Toscana. Avvolto da una armoniosa sinfonia di colline boscose, pianori di tufo e brulli calanchi toscani che s’intersecano con l’antica Via Francigena, il Castello di Proceno ha ospitato, nel corso dei secoli, illustri esponenti della Chiesa e dell’Impero. Dal 1644 il suo nome è legato a quello della famiglia Cecchini, oggi Bisoni Cecchini, che ne è proprietaria e ne ha curato il meticoloso e complesso restauro. [mostra tutto...]