Costruito nei primi decenni del XVII secolo, sull’area un tempo occupata dal Palazzo del Podestà, Palazzo Leti è una splendida residenza d’epoca situata nel centro storico di Spoleto, nei pressi del Duomo del Ponte delle Torri: la sua origine sembra risalire al 1292, quando fu eretta la prima cinta urbica medievale.
Successivamente, il Palazzo subì vari mutamenti per poi divenire, tra il XV e il XVI secolo, l’attuale dimora aristocratica. Nel 1500 la proprietà fu acquisita dalla famiglia Leti, di cui prende il nome, che vi abitò per trecento anni mentre, durante il XVII e XVIII secolo, fu trasformato con la realizzazione della parte nord e la creazione del bellissimo giardino pensile sul quale vennero edificate le due facciate di chiara fattura neoclassica.
L’incanto di Palazzo Leti si percepisce fin dal portale esterno, elegantemente intagliato, che si apre sui blocchi di pietra che rivestono il pianterreno, probabilmente resti del demolito Palazzo del Podestà. Il piano nobile conserva tuttora, all’interno, i preziosi soffitti lignei e il salone da ballo, affrescato e dipinto nella sua interezza. L’edificio è, attualmente, una delle sedi della manifestazione Vini nel Mondo ed ospita nelle sue sale fastose, durante il Festival dei Due Mondi, mostre temporanee di artisti di fama internazionale.
A Palazzo Leti l’atmosfera è sospesa nel tempo, soffusa dall’aura nobile della vita vissuta in epoche lontane fra queste splendide mura. Nella dimora storica, unica nel suo genere, l’hotel di charme dispone di dodici camere, ognuna caratterizzata a sé ma accomunate da arredi di pregio e stoffe e organze dai morbidi colori pastello, tutte con vista su Spoleto, sulla “Rocca Albornoziana” e sul “Monteluco”, monte sacro della valle Spoletina, un’oasi di pace immersa nel verde che offre ancora la tranquillità e l’armonia tanto apprezzate dagli eremiti che vi abitarono.
La residenza è circondata da uno splendido giardino all’italiana disseminato da frammenti marmorei di varie epoche con una vista incantevole sulla vallata ed elementi architettonici che ne tracciano le linee sinuose ed eleganti.
Alla bellezza della magione si aggiungono le meraviglie dell’ospitalità dell’hotel: per la prima colazione degli ospiti, sono previsti gustosi dolci fatti in casa, serviti nella sala preposta o nell’incantevole patio, con posateria d’argento, tovaglie in fiandra di lino e porcellane decorate a mano. È poi possibile esplorare i dintorni in mountain bike, visitare il centro storico di Spoleto e, a seconda del periodo di permanenza, partecipare alle molteplici attività che spaziano dall’arte alla gastronomia e contraddistinguono il territorio, con la dolce certezza di ritornare “a casa”, avvolti dall’eleganza senza tempo di Palazzo Leti.