Tra la Valdorcia e la Valdichiana esiste un luogo di grande rango eppure raccolto e prezioso dove sentirsi a casa, in quella Toscana che è da sempre il centro dell’universo. A Palazzo Pio III la storia, l’arte e cultura incontrano il relax e il lusso per una permanenza indimenticabile, e lo splendido portale in travertino invita a lasciarsi stress e stanchezza alle spalle per entrare in una nuova dimensione, nel fasto e nella magnificenza di Palazzo Todeschini-Piccolomini, noto per essere stato la casa dove nacque Francesco Todeschini Piccolomini, il futuro Papa Pio III, nipote di Enea Silvio Piccolomini, Pio II, cui si deve il nome dell’incantevole Pienza.
Una mostra permanente delle splendide opere d’arte dello scultore Mauro Fastelli accoglie visitatori e ospiti, così come magnifici libri a disposizione in ogni lingua e di tutti i generi, raccolti nel Palazzo proprio per onorare Papa Pio III, mecenate e uomo di sconfinata cultura. La residenza, nata con l’intento di creare bellezza per Sarteano, luogo in cui i proprietari sono nati e cresciuti, è visitabile su richiesta, nelle zone non fruite dagli ospiti, quale polo museale permanente: tale e tanto è il prestigio della dimora che oggi offre al pubblico tre splendide suite, tutte diverse fra loro e arredate con elementi di design ricchi di fascino.
Piccolomini è il nome della magnifica suite ampia, signorile e dalle tonalità calde, con travi di legno a vista e una splendida sala da bagno, in grado di regalare attimi di puro piacere. Laudomia, femminile e sognante, con una vasca al centro della stanza e un camino scoppiettante per giorni e notti da non dimenticare e infine, a completare l’offerta, la Junior Suite Todeschini, da vivere nello scintillìo delle sue tonalità turchesi e con una mini SPA per il massimo comfort.
Le esperienze da vivere nei dintorni, tutte rigorosamente create su misura, sono le più variegate: in Val d’Orcia, con splendidi panorami sconfinati diversi in ogni stagione, e nella più viva Val di Chiana, dove spiccano i laghi di Montepulciano, di Chiusi e il Trasimeno, e in cui il borgo di Sarteano è incastonato in una posizione strategica, ricca di magnifici scorci e paesaggi incantevoli.
Dalle escursioni in mountain ed e-bike alle gite a cavallo, dai tuffi corroboranti nella splendida piscina ad acqua corrente a pochi passi a piedi dal centro storico in estate, alle coccole delle calde acque termali nella stagione più fredda, dai tour guidati alla scoperta della storia etrusca e le degustazioni dei più tipici prodotti locali, tutto concorre a fare della permanenza a Palazzo Pio III una festa per tutti i sensi.
La celebrazione inizia dal gusto: la proprietaria, esperta chef e autrice di diverse pubblicazioni sull’argomento, si occupa personalmente delle esperienze culinarie al Palazzo, dove tutto inizia con una splendida colazione preparata al momento, fino agli aperitivi, alle cene e ai corsi di cucina, sia tradizionale che specialistica, dedicati a piccoli gruppi di non più di quattro persone, perché ogni partecipante abbia l’attenzione e lo spazio necessario per un’avventura straordinaria, da ricordare nella sua interezza per sempre.