Posto su un colle, non lontano dal centro di Città della Pieve, il Castelluccio Palusse finalmente apre le porte al pubblico. Sorto per volere della figlia illegittima del re Vittorio Emanuele II, Vittoria Guerrieri, dopo anni di abbandono e grazie alla tenacia e all'amore per il bello dell'infaticabile nuovo proprietario, il Castelluccio diventa una residenza alberghiera, con sette nuove suites, una diversa dall'altra, di varia dimensione, ognuna con il proprio evocativo nome.
Fatte salve le bellezze decorative esterne, magari ripristinate nel loro originale splendore, l'interno ha subito vari e ponderati cambiamenti, adattando spazi precedentemente adibiti alla funzione abitativa in nuove aree funzionali per lo svolgimento dell'attività alberghiera.
Il tutto nel massimo rispetto delle più generali e condivisibili norme che tutelano l'impatto ambientale e la salvaguardia del patrimonio artistico della comunità.
Di recentissima costruzione, il Castelluccio Palusse si è dotato di una piscina all'aperto per allietare i propri ospiti nelle calde giornate estive. Area attrezzata circostante con lettini e chaises longues per bagni di sole.